domenica 25 giugno 2017     •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
glacionevato del pozzo di monte Amaro

 


Il glacionevato del pozzo di monte Amaro (2795 m) è situato sulla Majella , su un pianoro posto sopra la testata della valle Cannella, tra Monte Amaro e cima Tre Portoni. Occupa il fondo di una cavità carsica (dolina) crollata, con inghiottitoio, di forma circolare, posta attorno ai 2600 metri di quota.

Su testi di escursionistica lo si descrive, contestabilmente (sia per quanto riguarda la presenza di ghiaccio, che per quanto riguarda la definizione di ghiacciaio), in questo modo:

"Non è possibile classificarlo come ghiacciaio in quanto non è stata accertata la presenza di ghiaccio da almeno dieci anni."*

Il glacionevato è molto profondo, ma non si conosce l'esatta dimensione e profondità, che comunque si stima essere superiore ai 15 metri. Il ghiaccio è situato sul fondo e generalmente non emerge quasi mai, perchè sempre ricoperto di notevoli spessori di nevato. Per controllare la quantità di accumulo nevoso possono essere usate come riferimento le cavità carsiche che si aprono sulle pareti della voragine che ospita l'apparato.

Sul fondo, tra la neve e il ghiaccio, si aprono a volte piccoli inghiottitoi che drenano l'acqua di fusione: evidentemente sotto il glacionevato deve esservi una dolina con inghiottitoio attivo, fenomeno diffusissimo sulla Majella, che, drenando l'acqua, favorisce la permanenza della neve.

L'alimentazione del glacionevato è eolica, il quanto la voragine che lo ospita intercetta la neve trasportata dal grecale che vi scivola dentro rimanendovi intrappolata. Nell'inverno 2006/2007, non essendovi state perturbazioni entranti dalla porta della bora dal versante adriatico, questo trasporto non è avvenuto e la Majella ha ricevuto precipitazioni irrisorie: di conseguenza molti nevai si sono estinti e il glacionevato in questione si è ridotto moltissimo, con il ghiaccio che è affiorato in superficie e letteralmente fondeva al sole....

In data 23/08/2007 il glacionevato era presente e vi era uno strato di neve che lo copriva.

Il glacionevato è sopravvissuto al disastroso anno 2007.

 

*Guida all'alta via della majella, C.A.I. - Comitato Scientifico Sez. Pescara, Carsa Edizioni, 2002

                                                                                              Fabrizio Sulli
Articolo gentilmente rivisto dal dott. Massimo Pecci

giugno 2007  

giugno 2007 , glacionevato del pozzo e monte amaro sullo sfondo.jpg

 

 Agosto 2011, foto fornitaci da Claudio Pierantozzi

 

COME ARRIVARE
 
Il glacionevato si trova in posizione privilegiata, vicino a ben tre sentieri che salgono alla vetta di Monte Amaro, che si incrociano proprio nei pressi del Pozzo.

I sentieri sono, sulla carta del CAI Gruppo della Majella :

1 - Dal rifugio Pomilio al Monte Amaro per Blockhaus, M.Focalone e Tre Portoni
14 - Dalla Rava Del Ferro a Monte Amaro
8 - Da Fara San Martino a Monte Amaro, per Valle di Santo Spirito, Macchialunga e Cannella , passando accanto al rifugio Manzini

giugno2007
giugno 2007 sul glacionevato.jpg

pozzo di monte amaro da google earth copia.jpg

giugno 2007 inghiottitoio.jpg

Inghiottitoio sul fondo del glacionevato, a giugno 2007